andrea lacarpia website

 
 
                                                                                       











MARTA PIEROBON - BLIND DATE
A cura di Andrea Lacarpia

Inaugurazione martedý 24 gennaio 2017 ore 19.00

Fino al 28 febbraio 2017 (visibile tutti i giorni 24 ore su 24)

Edicola Radetzky, viale Gorizia (Darsena), Milano

 
La stratificazione formale e semantica degli elementi di un personale alfabeto visivo Ŕ il presupposto della ricerca di Marta Pierobon, in cui l'intensa fisicitÓ dei materiali partecipa ad una narrazione che resta sottotraccia come presupposto immaginativo, spesso legato a riflessioni sulle dinamiche sociali. Nelle proprie opere Marta Pierobon dinamizza le opposizioni convenzionali, mettendo in discussione la gerarchia osservatore – osservato e trasformando geometrie ed oggetti statici in forme organiche.

Per Edicola Radetzky Marta Pierobon realizza una scultura formata da una catena di anelli di argilla cruda e resina, parzialmente dipinta e avvolta su se stessa.
Suggerita da una visionaria narrazione personale, l’opera dialoga con la vocazione sociale della zona dei Navigli, tipico luogo d'incontro dei milanesi, interpretando un immaginario frequentatore del quartiere che fuma una sigaretta osservando i passanti in attesa di una persona ancora sconosciuta.
L’essere umano Ŕ colto nella sua complessitÓ esistenziale, fatta di pulsioni contrastanti, tra vulnerabilitÓ e desiderio di conoscere l'altro da sÚ.
L’idealizzazione della statuaria classica viene riportata ad una dimensione umana e quotidiana, in cui l’opera da oggetto di contemplazione diviene soggetto che osserva l’ambiente circostante, in un dialogo paritario che genera empatia.